close
Top Panel
Area Riservata
Top Panel
  

SONDAGGIO

Quale libro di Roberto hai amato di più?
 

ZAPPING

Denuncia di furto
Leggi il racconto...
07/12/14 Roma
Sfoglia il ricordo...
Scambio banner
Leggi tutto...

Image

Image

Copertina di Scrivimi

Giusto un amore

Verso qualcuno
Miniere cardiache
"Verso qualcuno" finalmente DISPONIBILE IN FORMATO E-BOOK 
IN tutte le principali librerie online!
Quando torni da Bergamo PDF Stampa
giovedì 03 maggio 2007

Il ritorno da Bergamo e la settimana seguente sono stati tutt’uno.

E’ stata una bellissima e importante esperienza, sebbene la partecipazione di pubblico poteva obiettivamente essere superiore. Però ho notato un pubblico molto partecipativo, una struttura che funziona a meraviglia, un interesse di fondo per gli autori emergenti che mi ha molto colpito e mi ha lasciato sul palato una di quelle dolci sensazioni che fanno piacere.

Colgo l’occasione per ringraziare Alessandra (responsabile della Biblioteca di Osio Sopra), l’Assessore Silvia Canova e quanti sono intervenuti alla presentazione in particolar modo Sara e i suoi bambini. Li ringrazio per l’ospitalità, per la presenza, per il calore.
Potete vedere qualche foto qui.

———————————————————————————————

Qualche parola su Quando Torna, che qui si rischia di dimenticare che sta per uscire.

Ho paura. Non paura di un fallimento, figuriamoci. Non credo ci debba essere qualcosa da dimostrare, in questi casi. Credo piuttosto che ci sia qualcosa da dire. Quando torna è un libro strano, è nato strano. E’ un ricordo. Solo quello. La storia di un ricordo. E come tutti i ricordi è a meta tra quello che è accaduto e quello che ci sembra. E poi il protagonista ha 83 anni e tanta tanta voglia di vivere, qualche rimpianto, una pipa spesso accesa e un passo fin troppo ballerino.

Ecco. Pian piano è diventato un amico, e quando racconti la storia di un amico non puoi non essere di parte, aldilà di ogni buon proposito. Dunque, quel che spero è che il ricordo di Fernando Zelante, il protagonista, giunga come monito o solo come racconto, a tutti quelli che dell’amore hanno nostalgia.

L’amore quello che vuoi legarti gli occhi, solleticarti i palmi, quello che ti rigiri sull’erba, ti stringi il petto. L’amore di quando l’amore non era qualcosa da fare soltanto, ma qualcosa da prova, innanzitutto.

E allora Fernando abbi un po’ di pazienza e fra un po’ la tua storia sarà di tutti.

A presto,

Roberto

Commenti
Nuovo
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Prec.   Pros. >

L'Aforisma

La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi, la solitudine non è un albero in mezzo a una pianura dove ci sia solo lui, è la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra la foglia e la radice. - José Saramago

Archivio aforismi

--- FLASH FORWARD--->

Sì, sto lavorando a un nuovo romanzo. Qualcuno lo sta leggendo, qualcuno lo leggerà.

Spero ci sia dentro almeno quello che ho voluto metterci.

Il titolo con ogni probabilità sarà "Asciugami gli occhi".

Di date buone per l'uscita ancora non ce ne sono. Incrociamo le dita. 


 Cos'è la pazzia? Chi è pazzo? E cosa può succedere intorno a un uomo che, all'improvviso, per la società, è impazzito?