close
Top Panel
Area Riservata
Top Panel
  

SONDAGGIO

Quale libro di Roberto hai amato di pi¨?
 

ZAPPING

Denuncia di furto
Leggi il racconto...
07/12/14 Roma
Sfoglia il ricordo...
Scambio banner
Leggi tutto...

Image

Image

Copertina di Scrivimi

Giusto un amore

Verso qualcuno
Miniere cardiache
"Verso qualcuno" finalmente DISPONIBILE IN FORMATO E-BOOK 
IN tutte le principali librerie online!
La lontananza e le lacrime PDF Stampa
venerdý 26 ottobre 2007

Di ritorno sembra sempre tutto tuo.

Di ritorno sembra che la porta di casa sia sempre più grande, e la casa più accogliente e il camino sempre appena spento, con quel bel tepore e l'odore di cenere. Di ritorno si assaporano ovvietà dimenticate e familiarità dilaganti, colori consueti, calori generosi.

Di ritorno da una settimana come questa e da Madrid provo coraggio. E so che la sensazione di coraggio non è propriamente una sensazione, ma forse, più precisamente, una virtù, o un atteggiamento.

Sta di fatto che io provo proprio una sorta di sfrontatezza, precisa precisa. Che non è spavalderia, nè chissà cos'altro, forse solo la felicità di chi sa che, finalmente, calpesta la strada giusta, quella desiderata. E sinceramente non è nemmeno importante dove diavolo porti, perchè certe volte a destinazione nemmeno ci si arriva. Mi sto godendo il viaggio, finestrino aperto e braccio fuori, musica bassa di sottofondo e nulla da portarmi dietro.

E sta capitando che inizio a percepire la lontananza da ciò che c'era. La lontananza che solitamente fa soffrire, piangere, crea mancanze, lavora con la nostalgia. Però mi sta capitando di vivere diversamente la lontananza e le lacrime. Sta capitando che le lacrime non escono, la lontananza diventa sostenibile, interessante, necessaria. Diventa un punto da cui guardare il mio mondo, un punto distaccato e obiettivo, o forse solo un punto più significativo.

La lontananza che diventa necessaria per andare lontano.

In questa settimana son successe tante cose. Facciamo il punto della situazione. Serenamente.

Allora, innanzitutto mi arrivano i primi riscontri dei lettori in anteprima di Quando torna e questo mi conforta. Aldilà delle critiche, minime, su dettagli, finora sono rimasti tutti davvero colpiti. Non è stato facile per me proporre qualcosa dopo Giusto un amore, dopo quell'inaspettato successo arrivato come scirocco d'inverno. Però Quando torna era in cantiere e come tutti i cantieri aspettava d'esser chiuso, aspettava l'inaugurazione.

Eccolo qui. Stretto, elegante e pulito. Mezzo bianco e mezzo verde, arancione, blu. Quattro anni di idee, uno e mezzo di lavoro. E si tiene in una mano, è la storia di un ricordo, un ricordo che si tiene in una mano.

Poi è accaduto che ho accettato di dirigere la collana di Narrativa della nascente EdiLet, casa editrice dalle splendide

Image
Il libro di antologia dei migliori racconti
prospettive. Per i dettagli mi linko alla sezione specifica di questo sito.

Stasera invece ho ricevuto, con il racconto Pensione dal buio, il secondo premio del concorso letterario "La prima volta" , bandito da Meltin' Pot, un'associazione culturale che pubblica una bella rivista ed è gestita interamente da studenti. Mi hanno anche regalato il libro dell'antologia dei migliori racconti della serata, in cui è presente anche il mio racconto, di cui vedete qui la copertina. Vale la pena visitare il loro sito e saperne di più. Per altri dettagli della serata, venite a leggerlo nella sezione Ricordi.

Ultima cosa: ieri mattina è uscita sul quotidiano "Il romanista", una recensione di Quando torna a firma di Chiara Zucchelli. Per leggerla potete andare nella sezione recensioni del libro o cliccare qui.

A presto!

Roberto

Commenti
Nuovo
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
Pros. >

L'Aforisma

La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi, la solitudine non è un albero in mezzo a una pianura dove ci sia solo lui, è la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra la foglia e la radice. - José Saramago

Archivio aforismi

--- FLASH FORWARD--->

Sì, sto lavorando a un nuovo romanzo. Qualcuno lo sta leggendo, qualcuno lo leggerà.

Spero ci sia dentro almeno quello che ho voluto metterci.

Il titolo con ogni probabilità sarà "Asciugami gli occhi".

Di date buone per l'uscita ancora non ce ne sono. Incrociamo le dita. 


 Cos'è la pazzia? Chi è pazzo? E cosa può succedere intorno a un uomo che, all'improvviso, per la società, è impazzito?