Quando sboccia il piccolo fiore
luned́ 30 ottobre 2006

Sono felice.

Perchè di rincorrere risultati e obiettivi non se ne può più, e raggiungerne qualcuno, ogni tanto, piantarci una bandiera e considerarlo conquistato, ci vuole proprio.

Poi ci sono quelle persone che tu stimi a tal punto da pensarle infinite. A me capita spesso. Mi capita di percepire le potenzialità infinite degli altri. Solo che a volte ti inganna l’estetica (come sempre). Tu vedi un bocciolo piccolo piccolo, completamente coperto da altri fiori, che basterebbe un soffio di vento più forte per farlo volar via. Lontano. Quando vedi sbocciare quel minuscolo bocciolo in un fiore splendido non puoi fare a meno di commuoverti. Ecco, io venerdì scorso mi sono commosso.

Ero lì. La vedevo parlare di qualcosa che non capivo, perchè ne sono assolutamente profano. La vedevo discutere di cose importanti, con la risolutezza che ha solo una donna.

Che ha un fiore, non un bocciolo.

Mi è sbocciata tra le mani.

Non posso certo non esserne orgoglioso.

Roberto

Commenti
Nuovo
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."