L’equilibrio indifeso

Abbiate soprattutto il desiderio di separare le cose dal rumore che esse fanno.
Lucio Anneo Seneca

 

Venerdì pomeriggio, stazione di Firenze.

Lei corre a perdifiato.

Lui trattiene la porta di un treno in partenza.

Lei sale a bordo, lo abbraccia, gli sussurra: “mi hai salvato la vita”.

Durante il viaggio verso Roma, è silenziosa e riservata, indossa nasi rossi da clown come se si trovasse in un camerino immaginario e riempie un foglio di quaderno disegnando un enorme labirinto .

Roberto è un ghost-writer impacciato e insicuro, che scrive le storie degli altri. Anna studia psicologia per curare i pazzi con le parole.

Proprio le parole fanno nascere un amore delicato, quasi onirico.

Anna compare nella vita di Roberto ogni venerdì e si dissolve la domenica mattina. È sfuggente, misteriosa, taciturna, ma la vita le precipita addosso in un modo bellissimo e Roberto, che per la prima volta è la scelta di qualcuno, comincia a raccontarla in un libro tutto suo.

Una sera, però, Anna ha una violenta e inspiegabile crisi, fugge via e si rende irreperibile per giorni.

Cosa nasconde?

Chi è veramente?

E perché è sparita nel nulla?

Roberto, che non riesce a perdonare né a dimenticare, entra in contatto con la famiglia e gli amici di Anna e apprende una serie di fatti terribili: omissioni e bugie, dolori e rinunce, speranze e vendette.

Che resta dell’amore senza la verità?

E se quello che amiamo follemente fosse solo una menzogna raccontata bene?

E quali disequilibri perfetti nascondono le persone che amiamo?

Quella di Roberto e Anna è una storia di equilibri mancati, di errori, di pazzie e di quanto amore occorre per tentare di guarirsi.

Info

Pagine: 204
Prezzo I ed.: € 16
Disponibile in: Italiano, cartaceo
Editore: Graus Edizioni
Pubblicazione: Prima ed. aprile 2024
ISBN: 979-12-81710-37-5

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione, inclusi motivi di sicurezza.